Ultime notizie
Ti trovi qui: Home / Racconti di Viaggio / Viaggi in Europa / Dove mangiare a Tenerife

Dove mangiare a Tenerife

Personalmente ritengo che la cucina spagnola sia la più buona dopo la nostra (ovviamente) mi piace perché è varia e perché cambia in ogni località, come succede in Italia.

Chiedere ad un locale della propria cucina, ti avvicina, ti permette di conoscere molto della loro storia e cultura. Anche all’interno delle stesse isole canarie ci sono oltre differenze culinaria.

Senza dubbio la cosa più tipica di Tenerife sono las papas, ossia le patate, ma non sono simili alle nostre sicché a quelle peruviane.

Un po’ di curiosità su las papas

Le isole Canarie sono state per secoli la prima tappa europea delle spedizioni americane, i prodotti importati giungevano per primi in queste isole e a volte qui rimanevano. Nelle Canarie esistono tantissimi tipi di patate che in Europa sono scomparse e si trovano solo in Sudamerica. Anche il nome papa è una paroa Quechua , è stato poi unito a “batata” che in spagnolo vuol dire patata dolce ed è diventato patata, ma qui è sempre papa e a me piace molto.

 

Papas Arrugadas:

se le guardi da fuori sembra un piatto semplicissimo: patate bollite con una salsa, ma tutte le cose semplici, come sa chi sa cucinare sono difficili da fare alla perfezione.

La prima cosa per las papas arrugadas è scegliere las papas, più sono piccole e regolari più sono buone, si coprono d’acqua si aggiunge molto sale, si fanno cuocere poi si scolano e si tamponano in un panno. A parte si prepara il mojo.

Esistono due tipi di mojo:

verde: che generalmente accompagna il pesce, si prepara con aglio olio, cumino, peperoncino, aceto e cilandtro (che nn so come si dice in italiano)

il rosso: che si usa per accompagnare le carni, si prepara pestando in un mortaio, cumino aglio, olio , aceto, paprika e dei preponi secchi tipici dell’isola.

Entrambe le salse sono buonissime, ma come dicevo devono essere preparate alla perfezione altrimenti risultano molto pesanti.

 


 

 

Consigli per dove mangiare a Tenrife Nord:

El Regolo:

se siete di passaggio o alloggiate a Puerto de la Cruz andate a cena in questa bellissima casa coloniale convertita in ristorante. Il servizio è molto elegante, la proprietaria gentilissima e anche un piacere per gli occhi. La parte più bella è senza dubbio il patio con i balconi di legno e ancora la pietra usata per filtrare l’acqua piovana e renderla potabile.

Vi consiglio la soppressata di polpo, davvero buonissima e leggerissima e la musse al doppio cioccolato!

Bodegòn Patamero:

Si trova nelle vicinanze del paesino di Masca, dall’esterno sembra una trattoria molto familiare, ma non appena entrati vi sorprenderà la qualità del servizio e la ricercatezza delle pietanze. Ho lottato tutto il pranzo con il cameriere per lasciare la bottiglia dell’acqua a tavola e non c’è stato verso, ha preferito versarmela personalmente ogni volta.

Il mojo che preparano è il più buono che abbia mai mangiato e a dire il vero credo proprio che sia il ristornate dove ho mangiato meglio. Vi consiglio il montadito de bacalao, una piramide di patata dolce mantecata con il baccalà e ornata da una salsa alla paprica! Il secondo poi è stato superlativo, medaglioni di filetto di maiale, credo affumicato, cotto meravigliosamente, serviti come un millefoglie alternati da fette di mele renette grigliate e cipolla caramellata, accompagnato da patate al forno, oltre al gusto era incredibile la leggerezza del piatto.

Blanco Bar:

Questo locale dl Puerto la Cruz vale la pena non solo per la qualità del cibo, ma anche per l’ambiente meraviglioso. Ha un giardino fantastico, dove di può mangiare durante il giorno e godere dell’alternarsi di ombra e sole, insomma vorrete rimanere li anche voi fino alle 17!o di sera diventa un ambiente molto trendy, ogni stanza è molto curata nell’arredamento ed ha dei quadri pop con colori fluo molto divertenti. Vi consiglio le croquettas de jamon serrano, che hanno un sapore davvero intenso, ne mangerei 100 e la spigola croccante, la cucinano alla piastra, ma in un modo in cui la pelle diventa come fritta ed è molto gustosa da mangiare.

La Cofradia de los pescadores:

si trova esattamente sul molo turistico di Puerto La Cruz, al alto dei bastioni medioevali, C’è una vista stupenda e un’atmosfera magica, è come se foste in un luogo molto isolato, ma in pieno centro. Vi consiglio di arrivarci prima del tramonto per godervi il cielo rosso sorseggiando una birra. Ovviamente si mangia pesce, principalmente tapas, tutte le tipiche spagnola, quelle che valgono sicuramente una nota in più sono il pulpo alla gallega, cotto alla perfezione e las lupas!! Cosa sono las lupas? le patelle! Mia nonna mi raccontava che nella sua epoca, per fare merenda con un coltello prendeva le patelle dal mare e le mangiava con la focaccia ligure ancora calda, ma se lo facciamo adesso in Italia, ci viene l’epatite A in un secondo. Le isole Canarie sono in pieno oceano, qui l’acqua è ancora pulita anche perché ci sono davvero poche barche. Las lupas si cucinano in una padella di rame, simile a quella della paella e si coprono di un battuto di aglio prezzemolo ed olio, sono pazzesche! Si sente il mare in bocca.

2 commenti

  1. Uhm… papas arrugadas con mojo picón… sono stato a Tenerife l’anno scorso e questo piatto è stato il liet motiv della vacanza, buonissimo, soprattutto se poi si chiude il pasto con un delizioso bicchierino di ron miel, il fantastico rhum al miele locale… viva Tenerife!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Scroll To Top