Ultime notizie
Ti trovi qui: Home / Racconti di Viaggio / Viaggi in Europa / Italia / Roma / I sotterranei di Palazzo Specchi

I sotterranei di Palazzo Specchi

Credo che quasi tutte le persone che sono venute a Roma almeno una vola siano passati da Campo dei fiori, per comprare le spezie, scattare qualche fotografie o forse per bene un bicchiere di vino in una delle tantissime enoteche.

Molti pochi sanno che però sotto il pavimento c’è un mondo antico e diverso.

Negli anni ’70, durante il lavori di restauro di Palazzo Specchi, si è scoperto che al disotto delle cantine si celava un vero e proprio mondo.

Anche in epoca romana la zona di Campo dei Fiori era adibita al commercio, la differenza principale è che il Tevere era molto più largo e arrivava a pochi metri da palazzo degli specchi. All’epoca il Tevere era un fiume ovviamente navigabile e si usava per trasportare le merci dalle altre parte della regione o come via di navigazione dal mare. Al livello dell’acqua c’erano moltissime “cantine” dove si stipavano le merci prima di essere smistare nella città e questi sotterranei hanno esattamente questo utilizzo. I primi resti ritrovati si possono collocare in epoca dei flavi, sotto l’Imperatore Diocleziano, siamo intorno al 80DC.

 

Sotterranei di Palazzo Specchi -Roma

Sotterranei di Palazzo Specchi

Come accadeva sempre per Roma, si usava costruire sopra le vecchie costruzioni in modo che le fondamenta fossero più robuste.. per questo motivo si pensa che sotto l’odierna capitale ci siano almeno 7 piani di storia (e quindi smettetela di chiedervi perché noi abbiamo solo 2 linee di Metropolitana.. quasi 3).

Se si potesse fare un “carotaggio” della città sarebbe come un film di ritorno al futuro, il secondo livello presente sotto Palazzo Specchi è databile al II secolo, epoca di Settimio Severo e questa volta è adibita ad abitazione.

Nel III secolo era un cortile, una parte all’aperto e una al chiuso che continuava in abitazioni di uso privato, possibilmente appartenente ad un mercante dell’epoca.

Nell III secolo era una loggia, si possono vedere molti segni di incendi, perché i palazzi erano prevalentemente costruiti in legno e questo rendeva gli incendi molto frequenti. In un punto si vede un sistema di rompi fiamme. Alcune parti degli edifici venivano costruiti lasciando una camera d’aria fra un ambiente e l’altro in modo che il fuoco di rompesse e non distruggesse l’intero isolato.

Sotterranei di Palazzo Specchi

In epoca costantiniana fu trasformato in fullonica, ossia una lavanderia dell’epoca e ci sono ancora molti resti visibili, come una serie di lavandini e un sistema di scolo. In epoca successiva si pensa fosse il luogo di una taverna, nel luogo dove sorgeva la cucina si sono trovati incrostati resti alimentari.

In alcuni punti dello scavo si possono vedere chiaramente i mosaici del pavimento di diverse dare e dei fregi alle pareti.

Chissà quante altre cose interessanti si scoprirebbero se si potesse scavare sotto altri edifici.

Sotterranei di Palazzo Specchi

Per chi non è di Roma, la zona di Campo dei Fiori è un’ottima location per alloggiare, magari in appartamento, è vicina a moltissimi monumenti e al vero cuore della vita romana, ma attenti evitate di affacciare proprio sulla piazza perché è rumorosissimi ad ogni ora del giorno e della notte, meglio cercare nelle strade limitrofe.

DSC00055I Sotterranei di Campo dei Fiori

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>