Ultime notizie
Ti trovi qui: Home / Racconti di Viaggio / Viaggi in Europa / Italia / Roma / Vistare Porta Asinaria

Vistare Porta Asinaria

Ci passiamo davanti ogni giorno, tutte le volte che prendiamo la tangenziale est, tutte le volte che dobbiamo andare alla Coin o ad un concerto in Piazza San Giovanni in Laterano.

Che ci siano le mura aureliane lo sappiamo, 12 km rispetto agli originali 19km, quasi interamente conservate, sono quelle che ci fanno compagnia sulla tangenziale, tanto importanti perchè quando le superi il tassametro cambia tariffa!

Porta Asinaria - Roma

Porta Asinaria – Roma

Ma subito dopo porta San Giovanni (che è rinascimentale) avete mai fatto caso che c’è una porta recintata chiusa al pubblico? Ecco quella è  Porta Asinaria.

Si apre solo in occasioni speciali come alcune visite guidate, io l’ho fatta con Itineroma, perchè sono bravi e scelgono sempre location molto ricercate.

Porta Asinaria - Roma

Porta Asinaria – Roma

Porta Asinaria è una delle porte secondarie delle mura aureliane, prende il suo nome dalla famiglia degli Asinii o perchè sorgeva in prossimità di un mercato degli Asini.

Le mura aureliane sono state costruite nel 270 d.C. quando Roma ospitava già un milone di abitanti quando la città si è dovuta preparare alla prima vera offensiva nemica dopo lo splendore augusteo. Le mura furono erette in pochissimi anni, non da soldati, come di solito facevano i romani, ma dalla gente del popolo, che per renderle più forte ha inglobato alcuni edifici pre-esistenti come la piramide Cestia.

torre asinaria

Ma il vero sviluppo della Porta Asinaria si ha nel 401 d.C. sotto Arcadio e Onorio che ampliarono le mura dai 10 metri d’altezza ai 17 odierni. La porta fu fortiicata aggiungendo alle torri quadrate due grandi torri semi circolari nelle quali venivano collocate, a seconda del piano, le artiglierie pesanti. Nella parte superiore c’era un camminamento coperto ed uno scoperto, per permettere ai soldati di correre in più direzioni.

Il portone era composto della classica saracinesca di ferro, della quale è ancora interamente visibile il vano di manovra e due grandi porte di legno massiccio.

La porta iniziò ad acquisire più prestigio quando costantino fece costruire la Chiesa di San Salvatore nel 315, la prima chiesa della storia, quella che adesso noi conosciamo come San Giovanni in Laterano.

Porta Asinaria - Roma

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Scroll To Top