Ultime notizie
Ti trovi qui: Home / Racconti di Viaggio / Viaggi in Europa / Italia / Un safari fotografico al Carnevale di Venezia

Un safari fotografico al Carnevale di Venezia

Vi piace il carnevale? A me no! Ma quest anno mi sono fatta trasportare da una mia amica dell Uruguay nel week end topico del Carnevale di Venezia.

Venezia è stupenda, in ogni periodo dell’anno, è come se il tempo si fosse fermato e ognuno di noi potesse immaginare di essere nell’epoca di Casanova.

Di solito noi italiani, preferiamo fare migliaia di km pittosto che apprezzare le bellezze di casa nostra, ed è anche per questo che adoro avere amici stranieri che mi vengon a visitare.

Venezia è carissima ed andare sotto carnevale lo è ancora di più, vi do un po’ di consigli per ridurre i costi e divertirvi da matti.

Per quanto riguarda l’alloggio, cercate di andare a dormire in appartamenti privati, ridurrete i costi e vivrete like a local, io ho trovato casa su House Travelling http://housetravelling.com/risultati.php?citta=50058&fb_source=message, e mi sono trovata molto bene , ha case in tutti i quartieri di Venezia anche sulla terra ferma ;-).

Dall’aeroporto prendete Alilaguna è una barca che parte direttamente dalla darsena e ferma in tutti i quartieri principali di Venezia costo 15€ unico difetto, è un po’ lungo ci impiega circa 1,30h ad arrivare a San Marco, alternativa più fast è un elegantissimo taxi/lancia costo 110€.

{besps}Carnevale{/besps}

 

 

Per quanto ami la cucina veneziana, trovarla buona in una città così turistica è davvero dura, io vi do solo 2 dritte che valgono la pena, Trattoria alla Madonna a Calle della Madonna a Rialto e mi raccomando prendete la granseola, e l‘Enoteca San Marco a Calle Frezzeria.

Il Carnevale di Venezia è un’ostentazione di narcisismo ed è uno dei pochi momenti nella vita in cui qualcuno può giocare ad essere qualcun altro ed ad essere ammirato, osservato e fotografato, non per chi è veramente ma per il personaggio che si è costruito.

E’ stata la prima volta per me e mi ha colpito ed affascianto tantissimo vedere decine di persone perfettamente mascherate che posavano misteriosamente immobili e silenziose a Piazza San Marco. Credo che il Carnevale di Venezia sia un culto per gli stranieri, specialmente francesi. Troverete centinaia di turisti europei sulla 40ina, 50ina che passano un intero week end indossando abiti d’epoca settecentesca o rinascimentale e girando per le strade e canali della città per farsi fotografare.

E’ sicuramente un passatempo gratificante ma senza dubbio molto dispendioso, affittare un costume storico costa minimo 200€ al giorno più tutti gli accessori.

Ma prendere un appuntamento in un atelier, con sarta personale e passare la giornata a stringere corsetti e aggiungere sottogonna, vi farà sentire Maria Antonietta.

Personalemente vi consiglio 2 atelier uno a Fondamenta della Misericordia, ma preferibile prendere appuntamento e l’Atelier Flavia www.veniceatelier.com che durante il carnevale si sposta in centro vicino al Ponte Canonica. Se spendere 350€ per l’affitto di un costume vi sembra troppo potete affittare solo gli accessori, come un tricorno, mantello e maschera, il budget sarà più ridotto anche se non indolore e farete una splendida figura nelle feste veneziane.

Le due feste più esclusive sono il Ballo del Doge e il Ballo della Cavalchina nel Teatro la Fenice, ma preparatevi oltre a spendere davvero tanti soldi per entrare, l’ambiente benchè esclusivo sarà di certo poco giovanile.

Per altri eventi andate sul sito di www.veneziahub.com e sicuramente troverete qcs di più giovane!!

Comunque a mio parere la cosa più divertente è andare in giro a fare un safari di maschere!

{jcomments on}

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Scroll To Top