Ultime notizie
Ti trovi qui: Home / Racconti di Viaggio / Viaggi in Europa / Russia / Dove dormire a Mosca spendendo poco

Dove dormire a Mosca spendendo poco

Mosca è stata la città di partenza per la mia Transiberiana in solitaria.

Ammetto che prima di arrivare me l’avevano dipinta come uno dei posti più cari del mondo e dopo esserci stata anche se solo 3 giorni, posso assodare che non è vero. Ovviamente ci sono posti carissimi, ristoranti dove lasci un rene, ma la media delle cose a parer mio è un po’ più bassa di Roma.

Tornando a noi, se come me viaggiate da soli vi consiglio come sempre l’ostello, anche perché sarà alquanto difficile trovare tanti viaggiatori a Mosca, non è proprio una delle mete più battute del mondo e a parer mio dipende anche dalla difficoltà d’accesso turistico.

Mosca Piazza Rossa

Mosca è una città orientata al freddo, tutti gli ostelli sono dentro edifici, non hanno mai spazi esterni e raramente delle stanze in comune troppo grandi. Cercano di mantenere il calore all’interno, quindi se la visitate d’estate questo vi da una sensazione un po’ strana.

Prima di scegliere dove alloggiare ho cercato moltissimo su web e ho incrociato i dati.

Il prezzo di diciamo quasi tutti i letti in camerata è intorno agli 11€, tranne al Godzilla che partono da 24€!

Andiamo per esclusione , gli ostelli della catena Bear sono i più grandi della città, accolgono fino a 150 persone, ecco questo per me è giù un deterrente! Troppe persone, troppo rumore e troppe feste durante la notte, io preferisco dormire e andare a fare festa fuori.

DSC00758_Snapseed

Poi avevo visto il Fabrika, ammetto che stavo quasi per prenotare ha un concept che mi piace un sacco , è in una vecchia fabirica di cioccolato rivalorizzata, gli inerni propongono installazioni di design, tutto è fatto con materiale riciclato o quasi.. ma poi ho letto le recensioni, un po’ su ogni sito direi, ed erano pessime! Tutti dicevano che era sporco, con coperte bucate e macchiate e con un unico bagno a piano, è bastato poco per farmi cambiare idea.

Così ho optato per l’opzione più cara ma più raccomandata il Godzilla Hostel. In effetti ho pagato davvero tantissimo per i miei standard da ostello, ma posso confermare che sono stata super contenta della mia scelta.

Cremlino Mosca

Il Godzilla Hostel si trova in una location fantastica, a 2 minuti a piedi dalla metro Tsvetnoy Buvar, e a 10 minuti a piedi dalla Piazza Rossa, ma la cosa bella che per arrivarci si attraversa la Petrovka Street che è sicuramente una delle più eleganti di Mosca.

Le stanze sono ampie, tutte con parquet, riscaldamento e ventilatore, anche se basta lasciare la finestra aperta, c’è una cucina a piano, ci sono 3 piani, le docce sono nuove e il wifi è potentissimo. Il personale, come onestamente accade sempre in ostello è gentilissimo e ti aiuta con tutte le difficoltà della lingua.

Se anche voi come me amate lo yoga esattamente nel palazzo al lato c’è un bellissimo centro yoga in una mansarda all’ultimo piano, molto luminoso e con bellissima vista. Fa almeno 4 lezioni al giorno, anche nel week end , tutte da 90 minuti, i docenti sono bravissimi. Anche se il sito è in russo guardate su Reunsky.ru e trovate gli orari.

Monastero Mosca

Vicinissimo all’ostello c’è una birreria, un minimarket aperto fino alle 23 e un ristorante tropo carino con un bellissimo ambient che ovviamente ha l’insegna solo in russo , le ho chiesto come si chiamava, ma davvero nn ho capito, diciamo che è nella seconda traversa sulla sinistra prendendo Petrovka.

Su Petrovka Streat c’è un supermarket gourmet che vi consiglio e a fianco un serve service aperto fino alle 23 con prezzi irrisori, onestamente ci ho mangiato, il cibo era orrendo, ho lasciato tutto e io non lascio mai! Ma forse ho ordinato male io dato che era tutto in russo, vicino a me c’erano ragazzi che si facevano piattoni enormi.

Direi che tre giorni a Mosca sono più che sufficienti ora andiamo verso est!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Scroll To Top