Ultime notizie
Ti trovi qui: Home / Racconti di Viaggio / Viaggi in Europa / Tenerife l’isola vista dal di dentro.

Tenerife l’isola vista dal di dentro.

Che l’isola sia vulcanica credo sia noto a tutti, come del resto tutte le isole canarie, ma che si possa vedere un vulcano dal suo interno questo mi ha sorpreso tantissimo.

Vicino Puerto de la Cruz c’è La Cueva del Vento, il più grande tunnel di lava d’Europa, si addentra nel sottosuolo per 17 km! Per fortuna non sono tutti aperti ai turisti.

Il percorso è davvero interessante, specialmente perché ti insegna molto sulle eruzioni, prima di addentrarti ne sottosuolo, le guide ti spiegano la storia geologica di Tenerife e ti mostrano dei video per spiegarti quanti tipi di eruzione esistono sull’isola. Sembra incredibile, ma una volta capite le differenze, basta osservare il pavimento per capire che tipo di eruzione si è avuta in quel luogo, la sua storia e l’andamento della lava. Diciamo che quando te lo spiega la guida è più facile, ma sicuramente senza questo preambolo per me sarebbe stato solo un giro sotto terra, un caving qualsiasi.

Nella Cueva del Viento

Nella Cueva del Viento

Si scende solo pochi metri sotto terra, infatti in alcuni posti è possibile vere le radici che pendono dal soffitto. Si percorrono circa 200 metri, ma sono talmente ricchi d’informazioni e diversità che sono necessarie circa 2 h di vista. Gli ambienti sono molto ampli, quindi non c’è pericolo di soffrire di claustrofobia e non bisogna dare cose strane tipo cunicoli strisciando, è facile ed adatto a tutti.

Poi ho provato una cosa curiosa per la prima volta.

Avete mai visto le tenebre?

Quando la luce diminuisce il nostro occhio ha bisogno di qualche istante per abituarsi, le nostre pupille si dilatano e ad un certo punto iniziamo a vedere di nuovo, ma se la luce non c’è? Durante il nostro cammino, la guida ci ha chiesto di spegnere il frontale, in un secondo ho visto le tenebre! Sotto terra non c’è alcun tipo di luce! Non mi era mai capitato fino ad ora, c’è sempre un piccolo barlume o un’ombra in lontanata, li no! Era esattamente la stesa cosa se avevo gli occhi aperti o chiusi, una sensazione mai provata, a dire il vero poco piacevole. Mi sentivo come una macchina fotografica quando cerca di mettere a fuoco e non ci riesce, dopo pochi secondi mi facevano male gli occhi, così ho preferito chiuderli.

Un altro spettacolo, che a mio parere vale il viaggio è Il Teide

Parco del Teide

Parco del Teide

E’ il parco più importante dell’Isola, una zona totalmente vulcanica, un susseguirsi di vulcani che si inerpicano fino a 3800 metri, sul pico viejo, quello che da lontano sembra una semplice montagna. La cosa che mi ha stupito è anche constatare che è molto ben curato e facilmente accessibile. Dalla cittadina di La Orotava si inizia a salire, prima di attraversa un bellissimo bosco di conifere e poi inizia la zona lunare. Rocce nude di un colore arancio caldo intervallati da cespugli con fiori giallo intenso, il cielo blu e poche nuvole per rendere il tutto ancora più magnifico. Quando ti sembra già di aver visto paesaggi fantastici, il tutto diventa ancora più unico. Nel mese di maggio fiorisce una delle piante più belle che abbia mai visto: la Tajinaste come se fosse un cactus a punta che si ricopre di piccoli fiorellini fucsia! potete pensare ad un soggetto migliore per le vostre foto?

Il parco è pubblico quindi gratuito, si può raggiungere comodamente in autonomia affittando una macchina, ma se non volete affittare una macchina contattate l’agenzia One Day in Tenerife, sono delle persone davvero preparate e gentile e poi, almeno personalmente, hanno un grande vantaggio: sono degli ottimi fotografi. Cosa vuol dire? che vi fanno sostare nei posti migliori per le foto, vi danno un sacco di trucchetti che se visitate il parco per la prima volta non scoprireste mai e poi conoscono ogni cosa, non è da sottovalutare. Per chi desidera raggiungere il picco del vulcano, ci sono due alternative:

  • andate a piedi, occorrono circa 5h
  • o prendete un teleferico per il costo di 25€ e da li proseguite a piedi, ad ogni modo nn potete perdervi questo posto assurdo!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Scroll To Top